Che poi mi sento addosso anche una certa responsabilità…
Vuoi mettere la carenza d’affetto? O trovarsi faccia a faccia con una donna in piena sindrome mestruale? Per quanto cerchi qualcosa che appaghi la voglia di gustare qualcosa di dolce, non c’è nulla – ma proprio nulla! – che mi sappia sostituire.
Però, se poi fondente non vado bene? Allora mi riempio di burro e mi vesto di latte. E se non mi cercavi al latte? D’accordo! Mi rimpinzo di nocciole! Ma quanto è fastidioso, non puoi nemmeno immaginarlo. Si piantano lì in milioni di pezzettini tritati che prudono dappertutto; oppure s’intrufolano tra le pieghe della forma che mi hanno dato – e tutto solo e sempre per piacerti! Non ti sembra una grossa responsibilità questa?
E quando decidi di fondermi e sciogliermi? Stai lì a mescolarmi facendomi girare la testa mentre sotto alle chiappe il fuoco brucia… e devo sopportarlo fino a che la consistenza non è di tuo gradimento – sperando sempre, con tanta ansia, che non sia bruciata.
E poi mi stendi e mi spalmi come preferisci, su superfici più o meno ruvide. Ma cosa credi? Che non abbia anche io una certa sensibilità!?!
Ehi tu!!
Io ti coccolo nei momenti di tristezza; appago i tuoi desideri di dolcezza; arricchisco i tuoi attimi di allegria, e tu mi strapazzi, mi spalmi, mi frulli, mi triti e frantumi in gocce da mescolare…
Non sono mica la tua schiava?
Ricorda che tra noi due, sono io a comandare!
Inchinati schiavo! E ricorda che tra i dolci non hai altro padrone oltre me!
Io sono la cioccolata!
Annunci