Il lavoro, quello che dovrebbe essere diritto di tutti. Quello che è inganno e nasconde sfruttamento. Il lavoro faticoso che è scommessa iniziando un nuovo progetto. Quello sudato, inseguito, conquistato. Il lavoro che nasce dalla forza e dalla rabbia e spesso è sottovalutato. Quello che è un mezzo di sostentamento per permetterci di vivere le nostre passioni. Quello nero che deve rimanere segreto; quello di cui ci si vergogna perché è un compromesso che non permette di sfruttare pienamente le proprie capacità; quello che è una facciata per sopravvivere. Il lavoro oggi che è difficile da ottenere, che qualche volta si deve elemosinare; che si accetta per non perdere la propria dignità… quella che invece esso dovrebbe onorare.

Annunci