I ritratti, quelli che fermano il tempo dopo averne catturato un istante; una sfumatura sul volto di una persona; una posa poetica. Quelli fatti di parole per raccontare incredibili avventure. Quelli fotografati prima dagli occhi e poi da una macchina. Quelli che colgono dettagli talvolta nascosti dall’evidenza prepotente. Quelli che raccontano la verità di un volto; la conseguenza di una scelta; l’incisività di un’esperienza. I ritratti dipinti meticolosamente, lentamente con linee sottili; caricature che giocano sull’esagerazione dei difetti per ironizzare. I ritratti che si disegnano sui pregiudizi; quelli che si concludono solo dopo molti anni, quando il tempo e la riflessione puliscono gli occhi e mostrano la verità.

Annunci