La voce, quella che annuncia al mondo chi siamo, sia essa stridula, sottile, calda, rauca, la voce che caratterizza le persone, le distingue; quella che si riconosce nel buio, che fa ritrovare la direzione nella nebbia; che riscalda e avvolge il cuore. Quella che si vuole dimenticare e fischia nei timpani, urla nei ricordi e tormenta la memoria. La voce che richiama alla mente la malinconia di un tempo passato; quella dei bambini che è il seme del futuro. La voce che muta nel tempo e ne segna il passaggio. Quella che trema per l’emozione; quella strozzata da un timore che impietrisce. La voce che è come una stretta di mano, come lo scambio di parole di benvenuto. E quella che è come un soffio affaticato quando sussurra un addio.

Annunci