La rabbia, quella che annebbia la vista e offusca i pensieri; che provoca un calore ingiustificabile, incontrollabile e fa parlare in modo insensato. La rabbia che tira fuori una parte di sé insopportabile; che parla senza dire nulla; che agisce provocando solo danni e ferite. La rabbia che arde come fuoco rosso; che gli altri ci scagliano addosso lasciandoci attoniti; quella che è meglio sfogare prima che diventi una furia più forte di noi. Quella che è difficile da comprendere; quella che la dolcezza a volte riesce a placare. Quella ingiustificata che sembra nascere dal nulla, da motivi futili e nasconde radici più profonde, a volte sottovalutate. La rabbia che si alimenta perché a volte la collera sembra più forte di qualunque ragione(volezza).

Annunci