Il bianco, quello che non è un colore eppure li contiene con tutte le luci del mondo. Il bianco del candore; quello che si lascia sfumare fino a diventare altro. Il bianco di un cielo immobile, coperto da nuvole informi che lo camuffano e fermando il tempo; quello devastante rilasciato da un’esplosione che è eco di distruzione e morte. Il bianco gentile che annienta ogni cosa e annulla ogni altro colore. Il bianco delle false promesse di chi si copre le mani e chi professa le proprie verità. Il bianco simbolo dell’innocenza, quello che può essere ripulito riconquistando la sua purezza. Il bianco che non si sporca mai, che fa parte dell’essenza dell’animo umano e può essere protetto solo da chi riesce a scorgerlo. Quel bianco che è rarità.

Annunci