Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

Vorrei perdermi nei mille labirinti che porti impressi sulla tua mano
mentre mi abbandono alla tua carezza
E riuscire a leggere la mia presenza sulla tua linea del destino
Ma non conosco questa lingua
Non riesco a leggervi la parola “certezza”

C’è una sola regola
ed io chiudo gli occhi al suo ordine
obbedisco come una schiava, come un’ossessa, come chi non conosce altra legge al di là della sottomissione alle regole che porta impresse sul proprio cuore
Schiava di me stessa che non so essere diversa
Schiava di questo ardente desiderio che brucia sul mio viso, nel mio petto, tra le mie gambe mentre la mia mente ti brama e il mio corpo ti cerca

Cosa sei? Dove sei?
Mi hai sfiorato in un tempo lontano e torni a farmi tua solo per sfamare il tuo ego, il tuo tempo.
Torni a farmi tua solo quando sei tu a desiderarlo, a deciderlo
Ed io mi sottometto al tuo volere come una devota concubina, perché sai che vivo in attesa del nostro incontro

Vivo per sentirti dentro di me
muoverti attraverso questa mano
scorrere sul mio foglio bianco
Vivo per essere tuo mezzo
tuo tramite, tua schiava
E aspetto sempre e solo il momento in cui tu arrivi a farmi tua, a sussurrarmi i versi di una nuova poesia
A raccontarmi tutte le storie che tu vuoi io scriva per te
Ed io sarò il tuo fine. Perché il tuo volere mi rende viva ed io vivo per te.

Annunci