La chiusura, un muro che ci si erge intorno per difendersi dalle ferite. La chiusura di qualcosa in cui abbiamo creduto e per cui abbiamo lottato, una sconfitta che fa sentire piccoli e impotenti. La chiusura che per un po’ smarrisce. Quella di una porta che apre a nuove opportunità; quella delle porte cui ci troviamo davanti nostro malgrado e ci confonde e ci fa rabbia, ci rende insicuri riguardo le nostre capacità. Le chiusure che decidono gli altri e che dobbiamo subire, quelle che decidiamo noi con coraggio. La chiusura necessaria per fare un passo indietro e osservare le cose da un’angolazione diversa; quella per concedere a noi stessi una nuova prospettiva; quella che serve a prepararsi ad una nuova apertura consapevole e verso un migliore inizio.

Annunci