Le meteore che passano nel cielo delle persone, a prima vista come stelle luminose che illudono che la loro luce durerà per sempre, prima di sparire lasciando un gusto dolceamaro. Quelle che, passando, indugiano qualche istante – il tempo di scuotere e risvegliare i sensi da un inconsapevole sonno – e lasciano un segno dentro che sottilmente farà sentire la propria presenza per sempre. Le meteore che ammaliano e nel momento di confusione riappaiono, nella debolezza si fanno cercare; se ne insegue la scia nel cielo, come una magia alla quale si spera di potersi aggrappare, ma sono solo fumo: arrivano ma non hanno sostanza per persistere nel tempo, non hanno forza per durare, e al loro confronto noi ci riveliamo più solidi e forti.

Annunci