La gratificazione ricercata per gonfiare l’ego e farlo sollevare come una mongolfiera al di sopra di ogni insicurezza; quella cercata come conferma delle proprie capacità; quella chiesta insistentemente, ossessivamente, oppure sottilmente da chi si rifiuta di accettare le proprie debolezze. La gratificazione che serve solo a chi deve vantarsi di sé senza mostrare umiltà, o a chi si vanta per paura di scoprirsi essere tutt’altro che straordinario. La gratificazione che arriva dalle pagine di un libro comprato per caso e che sembra scritto apposta per te. Quella di chi ha bisogno di un pubblico per esaltare i propri traguardi e non sa celebrare le proprie vittorie da solo, e quella che è riconoscimento di un obiettivo raggiunto dopo il duro lavoro.

Annunci