Il rito. Abitudine rassicurante di gesti familiari che dona l’illusione del controllo. Il rito che segna dei limiti e quello che accompagna nel passaggio da uno stato dell’essere all’altro. Il rito tacito, quello segreto, quello condiviso e accettato silenziosamente. Il rito ufficioso agli occhi di tutti; quello che per gli altri ti rende adulto; quello che si pretende come prova della propria fedeltà o della propria virilità. Quello che, proprio perché preteso, non dovrebbe essere compiuto; quello che danneggia le persone. Il rito degli altri nei quali veniamo catapultati; quelli degli altri che sconvolgiamo con la nostra presenza; quelli nostri che smontiamo per cambiare rotta. E tutti che ci accomunano e ci legano al ciclo vitale della natura.

Annunci