Le ceneri che restano dopo che l’incendio ha devastato ogni cosa, e alimentano amarezza. Le ceneri di quel che rimane di un ricordo, di una vita vissuta e lasciata andare alla deriva, senza aver provato a cambiarla o per averle tentate tutte. Ceneri su cui non si può costruire nulla di nuovo. Quelle che concimano il terreno, ciò che è stato, dato in dono per ciò che sarà. Le ceneri sparse tra le lacrime e la rabbia. Quelle degli uomini o dei luoghi abbandonati. Le ceneri di un tempo passato. Quelle di un camino spento. Quelle che restano dopo una forte fiamma. Le ceneri di una persona e quelle che tutti siamo destinati a tornare ad essere. Le ceneri che sporcano le mani e se le porta via il vento.

Annunci