L’elemosina. Come un limite che segue la disperazione. La mancanza di alternative alla sopravvivenza. L’umiltà spinta all’estremo, quando dimentica la dignità e chiede tutto di te. L’elemosina che devi chiedere quando le scelte sbagliate ti hanno portato ad un punto di stasi nella disperazione e la fame ti spinge a domandare. Quando hai perso tutto e non hai più nulla da mettere in gioco. Quando lo spirito di sopravvivenza ti spinge ad abbassare la testa e mostrarti nudo, privo di difese, arreso alla vita, alla pietà degli altri, in balia di un’imprevedibilità che non dipende da te. L’elemosina da cui puoi ripartire e che a volte può essere una seconda opportunità. L’elemosina che è il fondo dal quale allunghi la mano in cerca di aiuto.

Annunci