Il distacco dagli occhi e dal cuore, contemporaneo eppure differito in momenti diversi; trascinato nel tempo, tenuto vivo dai ricordi che si dilatano come un’eco prima di esaurirsi. Il distacco necessario, quello subito, quello naturale causato dalle scelte, dal tempo e dalle distanze. Il distacco che accade ma lascia intatto il ricordo, il significato di chi ha vissuto con noi. Il distacco che contiene in sé la parola fine e che lascia solo tanto amaro in bocca e vuoto nelle mani, dove credevi di avere fatto spazio a qualcuno e avere lasciato in pegno una parte di te. Quel che resta a volte è solo lo spazio che si frappone tra punti, persone, realtà e vite che si distaccano e si perdono.

Annunci