Il NO. Quello che è facile pronunciare da piccoli quando non si fanno che capricci, e il rifiuto è una grande vittoria apparente. Quello che da adulti è difficile pronunciare e può condizionare il modo in cui scorre il tuo tempo. Quello che può cambiarti la vita; quello che hai solo paura possa chiuderti tante porte, che se poi non le chiudi non riuscirai mai a posare lo sguardo su altro. I no che ricevi e ti servono per diventare grande; quelli che ti rendono un adulto responsabile e consapevole. Quelli che a sentirli ti sanguina il petto. Quelli con cui insegni ad avere rispetto di te. I no che non sai dire e del cui silenzio approfitta la gente, approfittando di te e della tua disponibilità. I no autoritari e quelli immotivati. E i no che tu scegli di pronunciare per dire sì dove c’è il vero bene per te stesso.

Annunci