La cattiveria. È come un veleno che si insinua nell’animo delle persone; in alcuni si imprime come un tratto naturale; in altri è solo qualcosa che si subisce dall’esterno e che, a furia di manifestarsi con ingiustizie e delusioni, apre una breccia da cui entrare e iniziare a mettere i semi dentro. La cattiveria da cui nessuno è immune, ma che non è mai una soluzione. Quella subita, quella programmata, studiata. Quella per cui alcuni individui provano un sadico gusto. Quella che viene usata prima come difesa e poi diventa normalità. Quella che non vedi subito, perché si nasconde dietro falsi sorrisi e lo spettacolo della comprensione. Quella che succhia la tua fiducia e la usa per colpirti, ferirti, usarti per suo piacere. La cattiveria non è che soluzione, ma un pizzico è necessario nella vita per difendersi.

Annunci