I sopravvissuti. Quelli che l’alba di un nuovo giorno è un dono insperato. Quelli che ogni attimo più avanti sull’ orologio della vita è un miracolo. Il sopravvissuto che ha sfiorato la morte, che si è rialzato dopo l’ennesimo crollo, che ha mutato di netto la sua vita. Il sopravvissuto che cambia direzione, quello che con coraggio lotta per il suo benessere, quello che ha riconosciuto il male e lo ha saputo sconfiggere. Il sopravvissuto a cui hanno tolto tutto, quello arrabbiato, quello ostile e quello che nonostante tutto non ti nega il sorriso. Il sopravvissuto a cui si chiudono le porte perché è diverso da chi non ha mai perso molto nella vita, e il diverso spaventa come se potesse portarci via le nostre cose. Il sopravvissuto che dopo la sopravvivenza deve tornare a conquistare il proprio posto nel mondo e quasi sempre comprende che quello che aveva non vale quanto la sua nuova conquista; comprende che l’unico posto al mondo che conta è quello della pace che sente dentro sé.

Annunci