Gli approdi. Gli approdi invisibili a tormentate rive che ci attirano con loro fascino e la promessa di nuove avventure. Gli approdi che sono brevi soste, si aprono come portali verso nuovi corsi. E ci sentiamo sempre fragili, sempre precari, mai nei pressi di una destinazione. Gli approdi che ci rivelano errori o prospettive. Ci rubano calore e alimentano energia. Gli approdi che scegliamo, quelli che cambiamo, che nella nebbia si rivelano e ci svelano un segreto unico. Gli approdi a rive silenziose dove attendere la chiamata a nuove avventure. Gli approdi invisibili a cui ci ancoriamo ogni giorno cercando una destinazione. Gli approdi invisibili del nostro quotidiano vagare che ignoriamo o sorpassiamo con lo sguardo o con il cuore, e quelli a cui aggrappiamo il nostro animo.

Annunci