Tag

, , , , , , , , , , , ,

Layout 1

La ‘round midnight edizioni ha scelto per le sue pubblicazioni un formato piccolo, che a mio avviso aiuta a percepire il volume come un oggetto prezioso, uno scrigno che contiene diamanti. E ogni volta trovo conferma di questa sensazione.

La breve silloge di Anna Ruotolo, “Telegrammi“, è uno dei tesori del catalogo ‘roundmidnight.
Si tratta di brevi e intensi messaggi rivolti prima di una partenza, di una separazione, o semplicemente per comunicare tenere confessioni che non celano un impeto enorme. Scritti da chi resta o da chi sta per andare. Ma a chi sono rivolti?

È questa la sensazione, come quella di un messaggio lasciato prima che sia tutto concluso; come a voler dire prima di dimenticare, per non lasciare nulla di non detto o qualcosa in sospeso.
Messaggi che sono come ammonimenti, note, appunti prima di un viaggio, oppure prima di ritrovarsi dopo una separazione.
Messaggi come confessioni tenere, difficili, delicate eppure urlate in modo forte.
E questi messaggi comprendono sensazione di un momento.
Oggi perderemo qualcosa insieme“, scrive in un verso la poetessa, e in fondo per accogliere la poesia ci si deve perdere un po’, perdere qualche barriera intorno a se stessi, perdere il senno, perdere i limiti. E questo abbandono diventa strada necessaria ad accogliere il senso della bellezza, il senso dell’arte.

La lettura di queste brevi missive sembra riconciliarti teneramente con l’universo, trasportarti ad un livello superiore di pace e comunione.
La penna di Anna è delicata in apparenza, ma solo in apparenza: i suoi versi, infatti, sono colmi di sentimento e potenza. Ed è una sensazione che trapela in modo imponente nella lettura di queste missive.
Lettere che ci raccontano di un legame magico, lettere che ci ricordano noi stessi.

La sua mano è presa in prestito per tradurre le nostre esperienze.
C’è un vuoto creato da una partenza, un distacco: in alcuni versi si legge il desiderio di continuare a mantenere il contatto anche se solo con una parola, con poche righe. E con quelle righe, Anna riesce ad aprire la porta di un mondo intimo eppure sconfinato; universo prezioso nel quale siamo invitati a prendere posto nella condivisione.

Anna usa ogni elemento della natura in questo dialogo; chiama in soccorso animali e astri per superare e colmare i vuoti lasciati aperti dall’abbandono.
E tutto diventa vivo, tutto palpabile. Una poesia delicata eppure impetuosa. Una vera e propria esperienza.

Per seguirla su fb: https://www.facebook.com/anna.ruotolo.ce?fref=ts
Per acquistare il libro: http://www.roundmidnightedizioni.it/book/telegrammi/

Annunci