Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Elisa

Buongiorno amici lettori,

ecco a voi l’intervista a bruciapelo di Elisa D’Andrea, giovane poetessa conosciuta in occasione della terza edizione di “Libri in mostra (e scrittori al seguito)“, autrice della silloge “Oltre la realtà – Beyond reality” edito da Spring edizioni.

Un luogo, una melodia, un momento della giornata, una persona: chi è la tua musa?

La mia musa non è una persona ma sono le persone, partendo dai giovani adolescenti alle persone più anziane. Credo fortemente che ogni persona ha qualcosa da raccontare, che sia una storia o un semplice bizzarro episodio. Ed è grazie a loro, oltre alle mie esperienze personali che riesco a trasformare in una poesia ciò che narrano e ciò che vivo.

Cosa provi fisicamente durante il processo creativo, dal momento in cui nasce l’idea, al momento della stesura?

Fisicamente provo un miscuglio di emozioni diverse. A partire da un immensa gioia fino alla tristezza. Tutto dipende dal mio stato d’animo, ma non solo, anche da ció che le persone mi trasmettono, da ciò che decido di trasformare in versi. Ma un’emozione fisica ed anche mentale che provo sicuramente è la libertà. Quando scrivo mi sento libera ed è l’unica casa che non cambierò mai.

La passione per la scrittura è più un dono o una maledizione?

La passione per la scrittura è più un dono per me. Un dono divino non per tutti. É la mia salvezza, la mia ancora, il mio rifugio .

Per informazioni sull’autrice http://springedizioni.it/project/olre-la-realta-beyond-reality/

Per l’acquisto Oltre la realtà. Beyond reality. Ediz. multilingue

 

Annunci