Amici lettori,

con molto piacere ospitiamo una nuova tappa del blog tour organizzato da Le Mezzelane Casa Editrice. Oggi ancora in compagnia di Simona Colaiuda e del suo “Il vento dentro“, proviamo a conoscerla un po’ di più con qualche domanda Nuovo_liveLove_template_14mm

 

Ciao Simona, benvenuta nel mondo di duemilaQ.

Dicci: la scelta della stagione estiva come momento in cui ambientare la storia. Ha un significato particolare, un motivo funzionale alla trama e al sentimento dell’amore, oppure ha un significato importante per te in quanto persona?

La scelta della stagione, del tempo, a volte, è funzionale alla storia: il sole, il caldo, la luce predispongono alla gioia e alla positività, come nel caso del mio nuovo romanzo “Il vento dentro”.

Scrivere un romanzo rosa: dal tuo curriculum letterario e dal tuo impegno lavorativo non mi sembra che tu abbia seguito questo filone fino ad ora: è una nuova avventura? Come ti ha fatta sentire?

Non è la prima volta che le mie storie si tingono di rosa: qualche anno fa ho scritto dei racconti per i lettori del mensile Cronaca Rosa. In seguito, questi sono stati raccolti in “Storie d’amore”, pubblicato dall’editore Lettere Animate. L’amore è essenziale per vivere bene, almeno per me. Ecco perché ne parlo in quello che scrivo: è imprescindibile dalla vita.  

Come è nata questa storia in te?

Dall’energia di uno sguardo in un fiacco pomeriggio d’estate. 

Sappiamo che ogni lettore trova qualcosa di suo in ciò che legge e riesce a scoprire messaggi a cui magari un autore non aveva pensato nel momento in cui scriveva la storia. Quale messaggio desideri sia percepito dal tuo “Il vento dentro”?

In realtà scrivo con un solo obiettivo: rapire il lettore e catapultarlo in una nuova dimensione. Che poi in questa dimensione trovi nuovi profumi o vecchi ricordi poco importa, ciò che conta è che ritrovi se stesso.

Qual è il messaggio più bello che hai ricevuto dai tuoi lettori? Quale quello che ha rimesso in discussione qualcosa dentro te?

Sapere che le persone leggono i miei romanzi e arrivano fino alla parola fine, per me è motivo di grande soddisfazione: sono molti i romanzi che vengono abbandonati dopo le prime pagine, e, a prescindere dal giudizio finale, mi metto in discussione ogni giorno, per capire se e come posso fare meglio.

E ora le tre domande che di consueto pongo per la mia rubrica a bruciapelo:

Un luogo, una melodia, un momento della giornata, una persona: chi è la tua musa?

La persona che amo, per la quale scrivo.

Cosa provi fisicamente durante il processo creativo, dal momento in cui nasce l’idea, al momento della stesura?

Una grande tensione. Una continua propensione alla dimensione della storia, alle sue situazioni, ai suoi personaggi.

La passione per la scrittura è più un dono o una maledizione?

Un dono, un fuoco sacro che, se non riesce ad ardere, ti maledice.

Grazie Rosaria.

Grazie a te per averci regalato il tuo scritto e condiviso la tua passione per la scrittura con noi.

30727960_356878104800767_3135632162908254177_nRicorda: metti un like alla pagina Live & Love, invita tre amici a fare altrettanto, commenta il post con una frase sull’amore e concorrerai al Giveaway Live & Love: verranno estratti a sorte cinque vincitori e ognuno avrà diritto a ricevere il cartaceo di uno dei romanzi della collana (scelto della casa editrice). Le frasi più belle saranno pubblicate su delle cartoline che porteremo al Salone internazionale di Torino, e voi verrete con noi…

 

Per info sull’autrice http://lemezzelane.eu/testimonial-view/simona-colaiuda/#more-2857

Per acquistare il libro in versione ebook http://www.lemezzelane.altervista.org/negozio/index.php?id_product=180&controller=product

e cartacea http://www.lemezzelane.altervista.org/negozio/index.php?id_product=181&controller=product

 

Annunci