L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi, barba e spazio all'apertoSalve amici della lettura,
oggi risponde a bruciapelo il poeta Francesco Merli,E nel silenzio ho sentito la notte“, Le Mezzelane Casa Editrice.

 

 

 

Un luogo, una melodia, un momento della giornata, una persona: chi è la tua musa?

La mia musa è la Vita, in generale direi, nella sua complessa e inesplicabile magnificenza. È l’enorme curiosità che nutro verso di essa che mi ha spinto a decidere di intraprendere la carriera di scrittore e di attore.

Entrando nel dettaglio non posso di certo esimermi dal menzionare la notte, momento creativo magico ed unico.

Scrivo sempre a fine giornata e ripongo la penna mai prima che si faccia notte fonda, avvolto dal silenzio di una Roma di periferia, piegato sulla scrivania ordinatissima di una stanza dove la semioscurità regna sovrana, alla luce fioca di un’abat-jour che si pennella leggera sui fogli bianchi, la penna stilografica dal tratto fine nella mano destra, risme e risme di carta affiancate da una tazza di buon mate e inchiostro tassativamente nero. Il mio angolo di illuminazione.

Mi gusto quei momenti di volta in volta affrontandoli come un vero e proprio rituale e me ne sto con la finestra aperta sul giardino, sottofondo di vento d’autunno, pioggia d’inverno, profumo di fiori in primavera e il frinio delle cicale d’estate.

Si, devo essere sincero, se non esistesse la notte, probabilmente non avrei mai potuto scrivere nulla. Non a caso la mia opera prima è una lode proprio ad essa e al suo magico agire sul mio cuore, sulla mia anima e sui miei pensieri.

Cosa provi fisicamente durante il processo creativo, dal momento in cui nasce l’idea, al momento della stesura?

In realtà definirei il tutto un rapporto dolceamaro.

Scrivere richiede tempo, impegno, concentrazione e tante, tantissime energie e come succede per molte altre cose non è facile riuscire a farlo capire a chi ancora si ostina a credere che sia una passeggiata.

Ci sono volte in cui ne senti un bisogno estremo ma sei così stanco dalle attività della giornata (perché si, sono pochi, pochissimi, gli autori che vivono facendo solo questo) che non riesci né fisicamente né mentalmente ad impegnarti in un’attività che richiede una presenza totale. Questo genera spesso frustrazione, periodi in cui non si riescono a portare a frutto le idee spesso perdendole del tutto. E questo è amaro…amarissimo.

Ma al di là di quanto detto sopra il piacere di sbrogliare i pensieri, di osservarli prendere forma in linguaggio, che si tratti di poesia, di romanzi, di racconti o drammaturgie…non ha prezzo. Soddisfazione, pura e totale. E questo è dolce…dolcissimo.

La passione per la scrittura è più un dono o una maledizione?

Sono assolutamente certo sia un gran dono e che in quanto tale vada curato, rispettato, esercitato e mai abusato.

La scrittura è una possibilità preziosa, terapeutica, un’amica che è sempre lì, con te e per te. Ti ascolta, ti coccola, ti stimola e ti gratifica. Non ti abbandona mai e non chiede nulla in cambio che esuli da sincerità, dedizione e passione.

C’è anche una parte pericolosa però, molto pericolosa, che è rappresentata dalla trappola dell’insoddisfazione. Scrivere e con il tempo sentirsi rodere dentro pian piano dal dubbio dell’incertezza di aver prodotto realmente qualcosa di buono o meno. Sarà apprezzato o non sarà apprezzato? Verrà capito o non verrà capito? Si scrive anche per sé stessi, sono d’accordo, ma l’intento è quello di comunicare, comunicare con il prossimo qualcosa che reputiamo possa arrichirlo sotto un qualche punto di vista lasciando un segno, un messaggio, uno spunto di riflessione.

Il tarlo dell’inadeguatezza è un tumore del mondo che va estirpato e questo non significa essere narcisistici o sfrontati o egocentrici ma bensì avere il coraggio, il dovere, di sostenere le proprie idee con la massima grinta avendo fiducia nelle proprie capacità.

Per info sull’autore http://lemezzelane.eu/testimonial-view/francesco-merli/

Libro disponibile in ebook (Euro 3,99) e in versione cartacea (Euro 12,00) sullo store de Le Mezzelane, in tutte le librerie e nei negozi online.

Annunci